Follow by Email

domenica 24 gennaio 2016

Una bella colazione (con la torta all'arancia)


Cosa c'è di meglio che fare colazione con una fetta di torta?  Io adoro la domenica mattina, quando mi sveglio con calma, mi preparo il caffè  e lo bevo rilassata insieme a una fettina di torta semplice. E' un momento che sa di casa, di tranquillità, di cose buone. Quello che gli inglesi chiamano comfort food e che io chiamo semplicemente profumo di casa.

La torta casalinga per me deve essere soffice e profumata, facile e veloce da preparare e naturalmente buona. Così buona da volerne prendere subito un'altra fetta. Per questo cerco di prepararne sempre una per la colazione o per il dopo pranzo, perché un dolcigno dopo il pasto ci vuole sempre...

In questo periodo mi piace, oltre alla torta di mele, una delle mie preferite, la torta all'arancia, come quella della foto, che ho avuto la fortuna di preparare con uova freschissime e arance profumate che mi hanno regalato. Perché anche la qualità degli ingredienti è importante e il risultato sarà sicuramente migliore nel gusto.
E allora ,siete pronti per la vostra colazione? Ecco la ricetta.

Cake all'arancia
Ingredienti
3 uova
180 gr di zucchero
200 gr di farina
50 gr di maizena (amido di mais)
110 ml di olio di semi
il succo e la buccia grattugiata di un'arancia grossa o due piccole
1/2 bustina di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

Pesate tutti gli ingredienti. Mescolate il lievito e il bicarbonato con la farina e la maizena e aggiungete la buccia dell'arancia. Mescolate insieme l'olio e il succo di arancia. Nella planetaria montate le uova intere e lo zucchero finché non diventeranno gonfie e bianche. Sempre montando aggiungete i liquidi e poi subito le polveri. Non mescolate troppo dopo aver aggiunto i liquidi per non far smontare la massa. Amalgamate velocemente, giunto il tempo di mescolare insieme egli ingredienti. Foderate di carta forno uno stampo da plum cake e versateci la massa. Spolverizzate la superficie con abbondante zucchero semolato e mandorle a scaglie. Fate cuocere per 45 minuti in forno caldo a 180°.

Domani è lunedì, ma una bella colazione ve la meritate lo stesso!


mercoledì 13 gennaio 2016

Elogio della leggerezza


Le feste sono finite e siamo tutti a dieta, non è così? Confesso che io per prima non mi sono risparmiata niente fino al 6 gennaio e ora ho voglia di leggerezza.
Credo infatti che la leggerezza in cucina sia un elemento fondamentale.
Prima di tutto leggerezza nelle quantità. Detesto alzarmi da tavola gonfia di cibo o non riuscire ad arrivare neanche al primo perché mi hanno portato cento antipasti (che comunque ho voluto assaggiare tutti!). Preferisco nettamente mangiare un antipasto che però appaghi la mia vista e il mio palato. La quantità non  mi interessa e la sovrabbondanza mi infastidisce.
Detto questo, la leggerezza per me  è anche il sapore che si dà ai cibi, la qualità del prodotto. Non mi piace mischiare troppi sapori perché  alla fine non si sa cosa si sta mangiando. Mi piace che si sentano gli ingredienti e che questi siano di buona qualità.
Per questo oggi vi propongo una ricetta molto semplice, direi quasi elementare, una tartare di manzo alle erbe con senape al pepe verde e sale al tartufo, che ha il suo punto di forza nella qualità degli ingredienti che sono solo quattro, come potete vedere dalla ricetto di seguito.

Ingredienti per 4 persone
500 gr di carne di manzo magrissima (filetto oppure carpaccio)
erbe aromatiche miste (maggiorana, basilico, erba cipollina)
senape al pepe verde
pepe, sale, sale al tartufo
olio evo

pane casareccio di buona qualità per accompagnare

Una piccola premessa sulla carne. E' necessario utilizzare carne di ottima qualità, proveniente da allevamenti all'aperto perché la ricetta si basa esclusivamente sugli ingredienti e il prodotto fa la differenza. Tritate la carne a coltello. In alternativa potete farvela tritare al momento dal macellaio ma la dovrete utilizzare entro un'ora.
Condite la carne con le erbe, poco sale normale (dopo aggiungerete quello al tartufo) e pepe e formate  delle palline grandi come una noce. Sistematele ordinatamente sul piatto, poi condite con sale al tartufo e un filo di olio di ottima qualità. Aggiungete nel piatto anche la senape al tartufo e  il pane tagliato a fettine sottili e tostato e servite subito.
Ricordatevi che la carne cruda ossida facilmente quindi il tempo è un vostro nemico. Questo è un vero piatto espresso. Ma anche buono e leggero.
Perfetto per ricominciare l'anno senza mortificarsi.