Follow by Email

sabato 29 maggio 2010

Profumo di pane


Molte persone, anche quelle che amano cucinare, spesso hanno delle remore ad affrontare gli impasti. In particolare si pensa che fare il pane sia una cosa difficile e che il risultato casalingo sia sempre deludente.

Io sostengo il contrario, tanto che mi sono abituata a preparare quasi sempre il pane in casa, anche quello che consumiamo quotidianamente.

Di norma lo impasto dopo cena e lo lascio lievitare nel frigorifero tutta la notte. Poi la mattina lo sistemo nella teglia e lo faccio riposare a temperatura ambiente per circa 30 minuti (intanto bevo il caffè, guardo un po' di telegiornale e cerco di svegliare i ghiri, cioè i miei figli....), poi lo metto nel forno caldo per 30-40 minuti (a seconda della grandezza della pagnotta e del tipo di pane), il tempo che mi occorre per farmi la doccia, vestirmi e truccarmi.

Quando è l'ora di uscire per andare al lavoro, il pane è pronto e la casa è inondata dal suo profumo.

Non lo sentite anche voi?


P.S., se non avete voglia di preparare voi tutto l'impasto con la farina, il lievito, etc, prendete le miscele per pane già pronte (si trovano in tutti i supermercati), seguite attentamente le istruzioni e cuocete nel forno caldo a 200-185 °. Viene perfetto!! Non fatevi fregare dalle macchine, non ce n'è bisogno!

giovedì 27 maggio 2010

Profumo d'estate


L'estate si fa desiderare, ma a me piace pensare che sia già iniziata, anche perchè al mercato fanno si trovano già melanzane e zucchine di campo, le prime.
Oggi vi voglio proporre un antipasto molto adatto a una cena in terrazza o comunque in piedi.
La base sarà il pane pistoccu, integrale o no (a me piace moltissimo quello di Flussio), sul quale sistemerete una fetta di melanzana fritta (prima lasciatela spurgare con poco sale per togliere l'amaro) e una o due sardine fresche spinate, cotte brevemente nell'aceto bollente e messe una giornata sott'olio.
La decorazione è ovviamente a piacere.
Sedetevi all'aperto e godetevelo con un bicchiere di vino bianco fresco.
Allora, è arrivata l'estate?

sabato 22 maggio 2010

Spaghetti di mare!







Gli spaghetti con i condimenti a base di pesce sono deliziosi! Ma spesso si pensa che siano da destinare solo alle grandi occasioni, agli inviti importanti. Non è assolutamente così!



Anche con un budget piccolissimo e con poco tempo si possono preparare degli ottimi spaghetti: quelli che vi propongo oggi sono di farro, con un sugo di ali di pescatrice (le parti di "scarto"), capperi, olive e pomodoro fresco.

Sbollentare 4 pomodori in acqua bollente per 30 secondi, poi scolarli, pelarli e tagliarli a filetti regolari (essere regolari nel taglio è molto importante per l'omogeneità della cottura). Far andare dolcemente uno spicchio di aglio in 3 cucchiai d'olio, poi aggiungere una manciata abbondante capperi (usate solo quelli sotto sale ben sciacquati, mi raccomando!) e olive tritati grossolanamente e la pescatrice tagliata a dadini. Regolare di sale e aggiungere eventualmente del peperoncino a piacere. Far cuocere a fuoco veloce per alcuni minuti poi aggiungere i filetti di pomodoro e lasciare sul fuoco ancora per circa 5 min. Cuocere la pasta, scolarla e farla saltare nel sugo preparato (abituatevi sempre a farlo, soprattutto per i sughi di mare).



Impiattate e decorate con foglie fresche di basilico e maggiorana .



Aspetto i vostri commenti!!

venerdì 21 maggio 2010

Elogio delle torte - mele/1

Le torte fatte in casa sono fantastiche! Hanno la doppia funzione di gioco per i bambini (si divertono da morire a pasticciare!) e di merenda deliziosa.
Ecco la ricetta per la mia torta preferita, quella di mele, in una delle sue mille versioni. Prometto che ve ne fornirò altre nel corso del blog.

Lavorare 180 gr di burro morbido con 150 di zucchero fino a renderlo cremoso, aggiungere 3 uova intere, una per volta, 200 gr di farina, 1/2 bustina di lievito, 1 cucchiaino di whiskey (non vi preoccupare, non ubriacherete i vostri figli!), la buccia grattugiata di un limone e 4 mele sbucciate e tagliate a dadini o fettine (mescolatele nel recipiente con l'impasto).
Fate cuocere a 175° per 45 minuti.
Provate a mangiarla tiepida con una pallina di gelato!

giovedì 20 maggio 2010

I dolci sono come la matematica

Matematica e dolci. Che ci azzecca? Molto!
E' un modo per dire che nei dolci non si può sgarrare con le dosi, la lavorazione, le temperature. Tutto ha un suo perchè, anche la temperatura delle vostre mani, se dovrete impastare la pasta frolla.
Nonostante abbia una predilezione per il gusto salato, preparare i dolci mi dà molta soddisfazione, soprattutto torte elaborate e monoporzioni.
Quello della foto è un cheese cake decorato con frutta con il quale abbiamo festeggiato i miei 40 anni.
Qualcuno vuole la ricetta?? chiedetemela, non è segreta!

mercoledì 19 maggio 2010

Il mercato delle meraviglie


Il mercato di San Benedetto a Cagliari è una meraviglia, in tutti i sensi. Vale la pena di fare un sacrificio e comprarvi i prodotti freschi, pesce, carne, verdura e frutta, possibilmente scegliendo di banco in banco le cose più belle e che vi piacciono di più. Si tratta di vero e proprio shopping culinario!

E poi il mercato è bello anche dal punto di vista umano, le persone vi propongono spesso i loro prodotti e hanno delle belle storie da raccontare, ma è anche interessantissimo dal punto di vista lessicale: meloni stravanti, pomodori camona con gli anticlericali liberi e via dicendo.

Provateci, è un altro modo di fare la spesa. E anche notevolmente più economico.

martedì 18 maggio 2010

SUSCI??


lo confesso, anche io adoro il sushi. E lo preparo anche, con un risultato discreto, credo. Ma questo che vi propongo è un finto sushi di verdure che ho preparato pensando a due miei cari amici vegetariani. Lo dedico a loro.

Si tratta di una fetta sottile di zucchina (tagliata con la mandolina), fritta velocemente in olio bollente, salata e arrotolata intorno a una pallina di riso (originario, cotto in abbondante acqua per 12-13 minuti). La decorazione non è alttro che pomodoro ciliegino privato dei semi e tagliato a concassé, ceci lessi, erba cipollina, fiori di salvia, olio e pepe.

Non è forse un bel "susci" alternativo???


P.S. So bene che susci scritto in maniera fonetica non è una mia idea, ma del grande Moreno Cedroni. non voglio appropriarmi di idee altrui!!

giovedì 13 maggio 2010

lemon merengue pie



Chi di voi è stato negli Stati Uniti conosce sicuramente questo dolce, che però, a dispetto di quanto si possa pensare, è di origine francese. Ma gli americani l'hanno fatto proprio e lo si trova spesso nei ricettari insieme al cheese cake.
E' un dolce insolito, con una crema a base di acqua, burro e uova e una meringa morbida che io preparo all'italiana (con lo zucchero cotto) e brucio con il cannello.
Do you like it?

Incipit

Eccomi qua. Mi sono decisa!

Era tanto che ci pensavo e finalmente l'ho fatto.

Mi chiamo Laura Sechi, vivo a Cagliari con Renato e i miei due bambini, compio 42 anni a luglio e ho una grande passione: cucinare.



Vi presento il mio blog. Si chiama cookingLaura perchè parleremo di cucina, di ricette, di ogni cosa riguardi il cibo. Vi proporrò ricette, articoli, novità sul mondo della cucina e mi aspetto richieste e commenti da parte di chi amerà leggermi.



Buon inizio a tutti!

Laura