Follow by Email

sabato 25 gennaio 2014

Non si butta via nulla



Avete sempre quel sacchetto con il pane vecchio, ormai duro, che però vi piange il cuore buttare? E quei rimasugli di formaggi che occhieggiano dal frigorifero un po' vecchiotti e rinsecchiti? Beh,non buttate via nulla, perchè oggi vi farò vedere una ricetta favolosa che vi consentirà di preparare un piatto strepitoso proprio con queste due cose.
Come sapete ho la fissa del riciclo. Non mi piace buttare il cibo e uso gli avanzi che ho in frigo o in dispensa per preparare altri piatti.
Ecco a voi, quindi, gli gnocchi di pane con salsa di formaggi e carciofi. Siccome il tempo è tiranno, vi dò subito la ricetta.

Ecco gli ingredienti per 4 ospiti.
250 gr di pane raffermo, possibilmente ai cereali
150 gr di farina 00
acqua circa 200 ml
formaggi misti grattugiati (gorgonzola, pecorino, taleggio, etc. Evitare la mozzarella)
amido di mais (maizena) 1 cucchiaino
latte 200 ml circa
4 carciofi
olio evo
sale, pepe

Per prima cosa preparate gli gnocchi. Passate al mixer a lame (o nel tritacarne) il pane raffermo, mescolatelo con la farina sempre nel mixer e aggiungete piano piano l'acqua. Dovrete ottenere un composto lavorabile, come quello degli gnocchi di patate. Fatelo riposare 1 ora in frigo avvolto nella pellicola, poi formate dei cilindri di 1 cm di diametro e tagliate gli gnocchi, io li ho passati nel rigagnocchi di legno, ma potete anche usare una forchetta o lasciarli senza decorazione. Conservateli all'aria  sopra un panno spolverizzato di farina.

Per la salsa, mettete in un pentolino i formaggi, 1 cucchiaino di maizena e coprite con il latte freddo. Mettete sul fuoco e fate sciogliere la salsa a fuoco molto basso finchè i formaggi non saranno sciolti e la salsa addensata. Mettete da parte.
In una larga padella dove poter poi spadellare gli gnocchi fate andare i carciofi mondati e tagliati a fette non troppo sottili con uno spicchio di aglio e 4 cucchiai di olio. Aggiungete un mestolo di acqua e fate cuocere per circa 5 minuti, dovranno restare consistenti e non sfasciarsi. Buttate gli gnocchi in acqua bollente salata e scolateli quando vengono a galla direttamente nella padella con i carciofi. Fateli insaporire a fuoco alto sempre mescolando delicatamente e trasferite nei piatti dove avrete sistemato la salsa di formaggi a specchio.
Un grande piatto con quello che stavate per buttare.

venerdì 10 gennaio 2014

Un pesce dal nome di carne

Eccoci tornati alla routine quotidiana, con qualche chilo in più ma una bella faccia riposata grazie alle lunghe vacanze. Vi confesso che sto continuando a cucinare come e più dei giorni di festa appena trascorsi. Lo so, dovrei alleggerire.... Prometto che lo farò.
Ora però voglio parlarvi di un pesce con il nome di carne, buonissimo e presente al mercato in questo periodo: la gallinella (di mare, ovviamente). Si tratta di un pesce che vive in mare aperto, ha una carne molto delicata e costa pochissimo, da 7 a 13 euro al kg, a seconda della grandezza.
Quando lo trovo lo compro sempre e altrettanto suggerisco di fare a voi. Fatevelo preparare dal pescivendolo in due filetti, conservando le lische  e la testa, che vi serviranno per un ottimo fumetto (brodo) di pesce,anche da conservare in freezer pronto per un risotto.
Una volta sfilettata, togliete tutte le spine con una pinzetta e otterrete due filetti squisiti, che farete cuocere 2 minuti per lato in una padella antiaderente con un cucchiaino di olio evo. Salate, pepate e servite, caldo e croccante, con un puré di patate mantecato con olio evo, buccia di limone grattugiata e prezzemolo.
Bentornati alla normalità! Ma con una ricetta speciale.

giovedì 2 gennaio 2014

Il gambero sulla scopa


Finalmente torno in possesso del mio pc, giusto in tempo per darvi un'ultima ricetta per la festa della Befana, l'ultima prima di ricominciare il tran tran quotidiano. E per restare in tema, ecco a voi il gambero sulla scopa!
La ricetta è semplicissima ma, a onor del vero, non è mia. L'ho mangiata in un ristorante e poi rifatta. Eccola.

Ingredienti per 8 persone
16 grossi gamberi freschi
Semi di sesamo
16 bastoncini/16 bicchierini (anche di plastica, da chupito)
300 ml di passata di pomodoro
cumino in polvere 1 cucchiaino
coriandolo in polvere 1/2 cucchiaino
1/4 di cucchiaino di peperoncino in polvere
1/2 cipolla rossa piccola
olio, sale, pepe
1 cucchiaino da caffé di zucchero

Preparate la salsa facendo soffriggere la cipolla tritata in 2 cucchiai di olio, aggiungere la passata, le spezie e regolare di sale e zucchero. Far cuocere per 10 minuti e mettere da parte. Sgusciare i gamberi, infilare le code nello spiedino e passarle nel sesamo. Cuocere in padella antiaderente con poco olio 1 minuto per parte. Mettere un cucchiaio di salsa nel bicchierino, sistemare il gambero e decorare con prezzemolo o coriandolo fresco (se riuscite a trovarlo).
Buona Epifania!