Follow by Email

venerdì 13 gennaio 2012

Dieta si, ma senza cilicio


Ma chi l'ha detto che le ricette anti-colesterolo, anti-grasso o comunque sane devono essere per forza anti-sapore? Non è assolutamente così!
Purtroppo la cucina salutare è spesso vista come una privazione totale delle cose buone, mentre basta un po' di attenzione per creare dei piatti assolutamente equilibrati e adatti al un regime disintossicante e più sano. Del resto, non so voi, ma io ho straviziato abbastanza durante le vacanze di Natale e ora ho voglia di qualcosa di più leggero senza però mortificarmi.

Il piatto che vi propongo oggi è il seguente: pennette integrali al pesto di spinaci. Mi direte: "Che banalità", eppure anche un piatto semplice può non essere banale, anzi, diventare ottimo se eseguito con ingredienti freschi e di stagione e con un po' di cura e attenzione.
Prima di tutto vi serviranno gli spinaci, un mazzo intero. Quelli usati da me erano quelli del gruppo di acquisto Sardegna Filieracorta, splendidi, con le foglie carnose e freschissime e totalmente biologici. Ve li consiglio caldamente.
Lavateli bene (le nonne dicevano che gli spinaci devono essere lavati tre volte, oggi si trovano un po' più puliti ma è sempore meglio assicurarsi di aver eliminato tutta la terra) e sbollentateli in acqua leggermente salata per un minuto al massimo. Scolateli subito e metteteli direttamente caldi nel bicchiere del frullatore a immersione, senza strizzarli. Aggiungete 4 cucchiai di olio di oliva extravergine (buono, mi raccomando!), tre cucchiai di parmigiano grattugiato, sale e alcuni pinoli, poi frullate bene fino a ottenere una crema consistente e vellutata, di un meraviglioso colore verde. Frullate bene per eliminare tutti i pezzetti.

Il gioco è fatto! Basta cuocere la pasta e condirla con questo delzioso pesto. La dose basta per circa 500 gr di pasta, quindi utilizzate quello che vi serve e il resto conservatelo in frigo per qualche giorno o in freezer.
Un consiglio, anzi, un precetto: è assolutamente vietato usare gli spinaci surgelati! Il risultato sarebbe lontano mille miglia da quello ottenuto con gli spinaci freschi, anche in termini nutrizionali.
Dai, che la dieta in fondo non è poi così male....

2 commenti:

  1. Ciao Laura, sono Marta la moglie di Gianluigi, nipote di Mariangela. Volevo farti i complimenti per il tuo blog, è molto interessante! Ti seguirò, ciao!

    RispondiElimina
  2. Hai perfettamente ragione : si pensa spesso che per mangiare bene (leggi sano!!!) si fdebba per forza sacrificare il gusto e soffrire la fame. Niente di più sbagliato, anzi più riesci a mangiare cibi appetittosi, maggiori possibilità ha la tua dieta di riuscire. Questa ricetta è proprio magnifica, se mi autorizzi la linko nel mio blog in un post dove parlo appunto di spinaci.

    RispondiElimina

cosa ne pensi?