Follow by Email

martedì 4 marzo 2014

Siamo fritti! (Ovvero: coda di rospo fritta alla moda di mia nonna Mercedes)


A chi non piace il pesce fritto? Non ditemi di no perchè non ci credo. Solitamente è l'unico modo in cui riesce a mangiarlo anche chi non lo ama troppo. E poi come si può resistere al fish and chips inglese? Una delle loro cose migliori, culinariamente parlando. E allora eccolo il fish senza chips come lo faceva mia nonna spagnola Mercedes e con un pesce d'eccezione, la coda di rospo. ù
Non la conoscete? E' un pesce magnifico, dalla polpa consistente e molto delicata, completamente priva di spine e quindi adatta ai bambini o a quelle persone che pensano che le spine dei pesci siano dislocate a caso in tutta la polpa. Cercatela al mercato, se ne avete l'occasione, è un po' cara ma ovviamente c'è poco scarto. Se non siete esperti nel pulire pesce cercatela già pulita perchè la pulizia è piuttosto complicata anche per i più esperti. E poi cuocetela così come vi suggerisco. Semplice ma squisito.

Ingredienti:
600 gr di polpa di coda di rospo
2 uova
farina
sale
olio di arachidi per friggere

Tagliate il pesce a bocconi regolari e infarinateli bene. Mettete la padella sul fuoco e, quando l'olio è caldo, passate i bocconcini infarinati nell'uovo e tuffateli nell'olio. Fateli cuocere bene (occorreranno circa 5 minuti), girandoli spesso, poi scolateli e fateli asciugare su carta assorbente. Per contorno potete abbinare delle patatine fritte a chips oppure un'insalata di finocchi, arrance e pistacchi, che lasceranno la vostra coscienza più a posto.
La dieta? Lunedì prossimo....


Nessun commento:

Posta un commento

cosa ne pensi?