Follow by Email

martedì 21 dicembre 2010

La casetta di Hansel e Gretel



Ve la ricordate la storia di Hansel e Gretel? Quale bambino non avrebbe voluto avere quella meravigliosa casetta il giorno del proprio compleanno o a Natale?
Forse le vacanze sono il momento giusto per cimentarsi. Avrete bisogno solo di tempo e molta, molta pazienza.
La mia versione è quella difficile, nel senso che al momento esistono degli stampi in silicone con le forme della casetta. Non demonizzo assolutamente una tale soluzione, semplicemente non posseggo lo stampo e l'ho sempre realizzata artigianalmente.
Prima di tutto dovete creare le forme su un cartoncino: dovete preparare due facciate (h. dalla base alla punta 20 cm, h. dalla base all'inizio della spiovenza 5 cm e larghezza 20 cm), due quadrati di 20 cm di lato per il tetto e due pareti laterali (20 cm lunghezza e 5 cm h.).
Preparate anche una base, che può essere sempre in pan di spezie, come nella foto, oppure in marzapane (in questo caso avrete maggiore stabilità).
Per la pasta, preparate un pan di spezie con queste dosi: 500 gr di farina, 50 gr di zucchero, 200 gr di miele, 200 gr di burro, 1 uovo e 1 tuorlo e 1 cucchiaio di zenzero in polvere, 1 cucchiaino di cannella, 1 cucchiaino di cremor tartaro o ammoniaca per dolci. Stendete con il mattarello e ritagliate le forme, poi cuocetele bene (dovranno risultare bene asciutte) per 15-20 minuti in forno a 175° e fatele raffreddare. Se si fossero deformate leggermente, ritagliate novamente i bordi aiutandovi con la forma di cartoncino quando sono ancora tiepide e morbide.
A questo punto vi servirà molto zucchero a velo e una buona, buonissima dose di pazienza. Con lo zucchero a velo e dell'albume dovete creare una ghiaccia piuttosto dura con la quale attaccare i pezzi della casetta. Fate particolare attenzione quando posate il tetto!
Alla fine, decorate come volete, magari coinvolgendo anche i bambini.
La vostra fatica sarà ampiamente ripagata! parola di Cookinglaura!
BUON NATALE!!

Nessun commento:

Posta un commento

cosa ne pensi?