Follow by Email

domenica 30 gennaio 2011

Dolce decalogo



Guardate attentamente questa torta. No, non l'ho fatta io (non ancora...) ma Iginio Massari, uno dei più grandi pasticceri italiani.
Si tratta di una torta "Sette veli", con la quale ha vinto il campionato mondiale di pasticceria a Lyon e che si compone di una magnifica mousse di cioccolato, inframezzata da una crema all'amaretto con sottilissimi veli di cioccolato. Il tutto decorato con una morbida glassa di cacao (non di cioccolato, che risulterebbe troppo dura) e frutti di bosco.
Vi assicuro che ho avuto il privilegio di assaggiarla durante un corso di degustazione e tecnica di pasticceria ed è una meraviglia!
Sono stati due giorni intensi e ho imparato molte cose che proverò a riportarvi:
1. I dolci devono essere belli, oltre che buoni, e giustamente equilibrati nelle dosi di zucchero, che non deve mai nascondere gli altri sapori;
2. Un bravo pasticcere deve sempre essere pulito e così il suo locale;
3. Le materie prime sono fondamentali. Fidatevi del vostro olfatto e del vostro palato, non vi inganneranno;
4. Se un dolce "secco" (una ciambella, un cornetto, etc.) vi lascia una sensazione di bocca impastata, sicuramente contiene grassi vegetali come margarine;
5. Il dolce è un regalo che ci facciamo, non una necessità nutrizionale, quindi, quando ce lo concediamo, che sia il meglio possibile e senza guarda alle calorie!

Nessun commento:

Posta un commento

cosa ne pensi?