Follow by Email

giovedì 15 dicembre 2016

Il Natale di Cookinglaura - Antipasti/2


Ed eccoci agli antipasti di mare. Ho pensato a tre preparazioni semplici ma molto raffinate, che possono essere servite tutte e tre insieme o separatamente, alternandole con gli antipasti di terra. Permetto che la ricetta del gazpacho è quella che mi hanno insegnato i miei amati zii spagnoli Pepito e Val. Non è la ricetta tradizionale, manca il pane e anche l'aglio, ma è veramente squisita e delicatissima, quindi vi consiglio vivamente di provarla. 
Andiamo subito al sodo, prima le foto, poi le ricette. Il costo, come l'altra volta, si riferisce agli ingredienti per 8 persone, quindi vedrete che sarà abbastanza contenuto nonostante gli ingredienti più "nobili". 

Gazpacho leggero, tartare di pesce bianco, tartufo
Costo: 25 euro


Gamberi rossi e hummus di ceci
Costo: 18 euro 


Frittelline di cavolfiore e astice 
Costo: 30 euro


Ecco le ricette:
Gazpacho leggero, tartare di pesce bianco, tartufo
Ingredienti per 8 persone

Per il gazpacho:
1 piccolo cetriolo, 1 piccola cipolla, 1/2 peperone, 500 gr di pomodori ramati
10 ml di aceto bianco
olio evo, acqua fredda
sale

Per la tartare:
300 gr di polpa di pesce biano spinata e spellata (ombrina, cernia, orata o spigola)
10 gr di zenzero fresco grattugiato
30 gr di sedano, cipolla rossa, finocchio tagliato a brunoise (minuscola dadolata)
basilico, erba cipollina, maggiorana
sale, pepe, olio evo

Per guarnire (opzionale)
20 gr di tartufo nero 

Nel frullatore mettete tutti gli ingredienti solidi per il gazpacho e cominciate a frullare. Aggiungete l'olio (circa 4 cucchiai), l'aceto e una tazzina di acqua, continuando a frullare per circa 30 secondi. Regolate di sale e passate al setaccio. Tenete in frigorifero fino al momento di servire.  Tritate a coltello la polpa di pesce, poi amalgamatela con le verdure, le erbe aromatiche, l'olio, sale e pepe. 
Conservate in frigo. In un bicchiere largo versate due dita di gazpacho, aggiungete una quenelle di tartare di pesce e guarnite con il tartufo a scaglie. Servite subito.

Gamberi rossi e hummus di ceci
Ingredienti per 8 persone

16 grossi gamberi rossi
200 gr di ceci lessati (vanno bene anche quelli in scatola, se non avete voglia di prepararli voi)
1 cucchiaio di Tahini (pasta di sesamo, da recuperare nei negozi biologici o etnici)
1/2 spicchio di aglio
il succo di 1/2 limone
1/2 cucchiaino di cumino in polvere
sale, peperoncino
olio evo

In questa ricetta potete utilizzare i gamberi sia crudi che cotti, a vostro gusto. Io li ho lasciati crudi. Sgusciate i gamberi lasciando attaccata la coda alla testa, poi conditeli con olio, sale e pepe. Se li volete cuocere, sistemateli in un solo strato in un piatto, salateli, pepateli e irrorateli con poco olio evo, poi fateli cuocere nel microonde 30 secondi per parte.
Per l'hummus, mettete tutti gli ingredienti nel frullatore, azionate e aggiungete pochissima acqua, se necessario. La crema deve restare consistente. 
Create sul piatto delle quenelle di hummus e adagiatevi sopra i gamberi. Guarnite a piacimento.

Frittelline di cavolfiore e astice 
Ingredienti per 8 persone

1 astice da 500 gr
1/2 cavolo piccolo
1 uovo
150 ml di latte
100 gr di farina 00
1/2 cucchiaino di lievito per torte salate
sale, pepe
olio evo, aceto di vino bianco
olio di semi di arachide per friggere

In una pentola larga e alta fate bollire abbondante acqua, salata come per cuocere la pasta. Al bollore, immergete l'astice e coprite con un coperchio. Fate cuocere per 7 minuti, scolatelo e fatelo raffreddare. Potete fare quest'operazione anche il giorno prima. Sgusciate l'astice cercando di ottenere più polpa possibile anche dalle parti più piccole, poi conditelo con olio emulsionato con aceto e sale.
Lessate il cavolo per 10 minuti in acqua non salata, scolatelo e schiacciatelo con una forchetta. In una terrina mescolate gli ingredienti per la pastella (uovo, farina, latte, lievito, sale), che dovrà essere non troppo liquida né consistente. Aggiungete il cavolfiore e friggete a cucchiaiate nell'olio bollente. Servite le frittelline calde ma non bollenti, guarnite con l'astice e dei fili di erba cipollina.



Nessun commento:

Posta un commento

cosa ne pensi?