Follow by Email

mercoledì 27 ottobre 2010

La dura fatica del peperoncino



L'autunno è una delle mie stagioni preferite per la cucina. Si ha voglia di cose calde, che facciano atmosfera casalinga. E le conserve fatte in casa sono una di quelle cose che aiutano a crearla.
La dispensa mi piace piena di barattoli, possibilmente preparati da me. I peperoncini ripieni sottolio sono una delle mie preparazioni preferite. Purtroppo prepararli non è così veloce come mangiarli, ma la fatica verrà ripagata.
Prima di tutto svuotate dai semi un chilo di peperoncini piccoli facendo un taglio regolare attorno al picciolo. Fate questa operazione con i guanti di lattice perchè i semini sono piccantissimi. Terminata questa operazione lavateli bene (attenzione perchè emettono delle esalazioni micidiali!), poi bolliteli per 3' in 700 ml di aceto bianco, 300 ml di acqua, uno cucchiaino colmo di sale e uno raso di zucchero.
Fateli asciugare per una notte rovesciati su carta assorbente, poi riempiteli con un ripieno di tonno sottolio e capperi sotto sale sciacquati. Sistemateli senza lasciare spazi nei barattoli puliti e asciutti, riempiteli con olio di oliva e poi sterillizzateli per 20 minuti.
La fatica vi verrà ripagata!

Nessun commento:

Posta un commento

cosa ne pensi?